Open innovator

Articoli con tag ‘Google’

Google esplora anche gli oceani!

Google è davvero troppo avanti per certe cose! Ora è possibile esplorare anche gli oceani con immagini a 360° e con viste tipo street view? Tra poco ci chiederemo cosa manca da esplorare…

Grande barriere Corallina australiana da Google Street view -2

 

La macchina fotografica dal peso di 65 kg. scatta foto ogni tre secondi che poi vengono ricomposte digitalmente per formare un’unica grande immagine navigabile, da una profondità da 30 a 100 metri.

Per la prima raccolta subacquea di Street View, Google si è associato al Catlin Seaview Survey, un’associazione che sta creando un registro globale delle barriere coralline. Cliccando sull’immagine puoi entrare in un nuovo mondo e sapere di più di tutto quest’incredibile progetto.

Grande barriere Corallina australiana da Google Street view -3

 

Guarda le immagini della grande barriere Corallina australiana da Google Street view: clicca sull’immagine ed immergiti… questa si che è innovazione al servizio dell’uomo…

 

Padova: naviga su Google per vedere la sua casa e scopre un tradimento

Mentre  naviga su Google Earth per vedere le immagini del suo appartamento scopre invece nella foto la moglie con l’idraulico

E’ accaduto ad un professionista Padovano, M.R 42 anni, abitante in via Rombonesi all’Arcella, che volendo vedere casa sua sulla innovativa tecnologia di Google Earth, dove e’ possibile visualizzare in 3D come se si vedesse coi propri occhi, navigando dal proprio PC in tutti i luoghi del mondo, si è trovato di fronte ad una immagine che nemmeno la più studiata commedia Hollywodiana avrebbe potuto immaginare.

L’uomo in questione, come molti di noi, usando la tecnologia Google Earth, ha la possibilità di vedere ciò che la Google Car, nei suoi passaggi periodici in tutte le latitudini del mondo, fotografa ad altezza uomo, per capirsi non immagini da un satellite ma riprese da un punto di vista posizionato ad un altezza di metri 2,00.

Venerdi scorso, provando a vedere se la google car aveva aggiornato le immagini di casa sua si e’ trovato ad una inaspettata sorpresa. La finestra della sua sala da pranzo che si affaccia sulla strada, raffigurava due persone dietro i vetri in atteggiamento equivoco. La donna raffigurata nella foto scattata dalla GOOGLE CAR  e’ stata immediatamente riconosciuta come la propria compagna G.T. 38 anni in compagnia dell’idraulico, M.P. 27 anni, che periodicamente controllava i fumi di scarico della caldaia condominiale.

L’immediata denuncia all’associazione Mariti e Compagni Traditi (Ma.Co.Tra.) renderà non semplice la strada alla donna fedifraga in amore immortalata dalla nuova tecnologia digitale sempre più utilizzata da tutti gli utenti del mondo.

La tecnologia aiuta a tenere gli occhi aperti anche quando non ci siamo, ma evitiamo di stare alla finestra quando passa la Google Car.

Per vedere i dettagli della foto ed ingrandire l’immagine cliccare sul link sottostante

CLICCA QUI PER VEDERE L’IMMAGINE INGRANDITA

fonte: uno quattro – Anza.com

Le nuove mappe 3D Apple e la sfida a Google e 2GIS

Apple come annunciato ha presentato le nuove mappe del suo sistema operativo iOS 6. Di fatto l’azienda ci Cupertino si sgancia dalla mappe di Google diventando autonoma e sfidandola sui servizi di geolocalizzazione.  Google infatti ha da qualche giorno lanciato nuove mappe ottimizzate per i dispositivi mobili, con una visualizzare migliore delle zone di interesse e la possibilità di pianificare la mobilità sia a piedi che in auto o con i mezzi pubblici.

Le nuove mappe Apple integrano Yelp, il social network dedicato alle recensioni e ai consigli sulle attività commerciali quali ad esempio ristoranti, shopping, vita notturna, divertimento.

Alla sfida dei navigatori

Le innovazioni delle mappe iPhone renderanno l’applicazione sempre più simile ad un navigatore, visto che è stata inserita anche la navigazione turn-by-turn, passo a passo o meglio dire “svolta a svolta”, visto che la funzionalità fornisce le indicazioni in tempo reale su dove bisogna svoltare e quando.

La navigazione  funziona anche dal lock screen e si aggiorna automaticamente in base al traffico, offrendo all’utente la migliore strada percorribile. Sarà infatti aggiunto un servizio per il controllo del traffico in tempo reale, del tipo crowd-sourced cioè generato dagli utenti in modo autonomo.

Parla con me

Ma per competere con i navigatori mancava una cosa importante: la voce. Apple ha deciso quindi di integrare le mappe con la funzione vocale Siri.

Siri è un software basato sul riconoscimento vocale integrato da Apple nell’iPhone 4S nell’ottobre 2011 (ma anche usato in altri settori come in quello automobilistico dove è usato nel navigatore della Mercedes-Benz Classe A). E’ stato inizialmente pubblicizzato come “assistente personale”, anche se attualmente disponibile solo in inglese, francese, giapponese e tedesco. Apple ha però annunciato che dal 2012 sarà compatibile con la lingua italiana, spagnola, cinese e coreana

Cosa sarà possibile fare con Siri? Per esempio chiedere quanto manca a destinazione, ottenendo come risposta in quanto tempo arriverete, oppure dove si trova un benzinaio, riuscendo ad essere guidati passo a passo fino alla pompa di benzina.

E’ però la funzione Flyover la vera chicca di casa Apple che si pone in piena concorrenza con colossi come Google e la multinazionale russa 2GIS, appena sbarcata anche in Italia.  Flyover offre dei modelli tridimensionali fotorealistici di alcune città, mappate grazie a C3 Technologies.  Ecco un esempio sulla città di San Francisco.

A questo tipo di visualizzazione si uniscono delle mappe tridimensionali schematizzate a poligoni che ricordano proprio quelle di 2GIS o di Google Maps su Android. Vediamo sotto un confronto:

Anteprima mappa Apple 3D di una città americana

Anteprima mappa Apple 3D di una città americana

Esempio mappa 2GIS città di Padova

Esempio mappa 2GIS città di Padova

Esempio mappe Google Maps città di Venezia

Il duello internazionale fra colossi ha portato il mercato delle mappe a nuovi livelli qualitativi. La sfida si giocherà però anche sui contenuti e sulla qualità degli elenchi elettronici e POI (Point of interest). Perchè l’utente cerca un servizio di geolocalizzazione che gli mostri dov’è, come arrivare ad una destinazione, ma sopratutto cosa c’è di interessante intorno ad un luogo.

Su questo la russa 2GIS sta investendo molto con il suo impegno a verificare personalmente tutti i dati inseriti almeno ogni quattro mesi con risorse interne e non lasciare agli utenti tutto l’onere dell’inserimento e dell’aggiornamento dell’indirizzario.

Un elenco elettronico disponibile in Italia già per le città di Venezia e di Padova e che è scaricabile gratuitamente per PC windows per poter essere  comodamente utilizzata anche off line. Argomento quello dell’uso senza connessione al quale anche Google sembra orientarsi (ad oggi si scarica solo la cartografia ma non i dati ed i POI come in 2GIS).

Una sfida avvincente. Vedremo come procederà. Stay tuned.

Google, Apple, Tom Tom, Garmin, 2GIS al gran ballo delle mappe digitali

Al gran ballo della cartografia senza perdere la strada.

TomTom, Garmin, Navigon, 2GIS e tutti gli altri produttori di cartografia digitale si confrontano con le mappe di Google. Google Earth e Street View sono prodotti davvero notevoli la cui realizzazione richiede ingenti investimenti. Da tempo girano voci che indicano grosse novità in casa Apple relative alla cartografia presente nel nuovo iOS 6. Ma la presentazione prevista per lunedì 11 giugno sarà preceduta dalla mosse strategica di Google di presentare le sue nuove mappe mercoledì 6 giugno. Mossa alquanto furba visto che il divorzio dalla cartografia di Mountain View appare ormai certa,

Mercoledì scopriremo”La nuova dimensione 3D delle Google Maps“. Un aspetto nuovo che si fonderà con le indicazioni altre indicazioni utili come il traffico in tempo reale o  i mezzi pubblici.

Anche 2GIS, colosso russo dei servizi di localizzazione locale, si appresta ad uscire dal territorio nazionale, dove i propri servizi contano oltre 11 milioni di utenti in 155 città, con le start up in Ucraina e Italia. Nel nostro paese la società russa, che in patria si confronta con colossi come Google e Yandex, ha deciso di creare il proprio headquarter a Padova. Proprio dalla città del Santo partirà il progetto italiano di mappatura delle principali città italiane.

Il punto di forza di 2GIS è una cartografia 3D aggiornata, con precisa indicazione dei numeri civici e sopratutto un elenco elettronico tra i più aggiornati e completi.  Mappe ed elenco elettronico sono realizzati internamente con una struttura professionale di mappatori e cartografi ed i dati raccolti verificati mensilmente da un proprio contact center.

Chi cerca quindi un elenco elettronico aggiornato, completo con informazioni esclusive quali orari di apertura degli esercizi commerciali e condizioni di pagamento di alberghi e ristoranti, da consultare anche offline, trova in 2GIS sicuramente un prodotto valido. Rispetto a Google Maps 2GIS  si differenzia proprio per essere prima di tutto un elenco elettronico.  Si può scaricare e provare il prodotto gratuitamente nella versione beta della città di Padova e Venezia dal sito www.2gis.it. Il lancio ufficiale è previsto per il mese di luglio 2012.

Un mercato quello degli indirizzari e delle mappe elettroniche quindi in gran fermento che riserva ogni mese continue sorprese, che visto la gratuita dei prodotti e dei servizi offerti agli utenti non può che far felici gli amanti delle ricerche di informazioni digitali appassionati dei servizi di geolocalizzazione.

6 best tools for social media marketing

Coinvolgere i propri clienti e rafforzare le relazioni è fondamentale per qualsiasi impresa, in particolare per le piccole e medie imprese sotto pressione per una competizione agguerrita.  Uno dei mezzi migliori per raggiungere questo obiettivo è utilizzare piattaforme di social media.

Ma come orientarsi di fronte ad un mare di piattaforme e proposte? Quali sono le migliori e le più utili per la propria attività? Ecco le 6 che ritengo più utili.

Facebook, con un’audience di oltre 800 milioni gli utenti attivi, divisi tra un 58% di donne e 42% di uomini, facebook vi da la possibilità di comunicare tramite una pagina aziendale in cui è possibile pubblicare gli aggiornamenti, foto, video, e di connettersi con i propri “fan” ingaggiando l’attenzione dei vostri potenziali clienti.

Il 54% degli utenti sono di età compresa tra 35-54, con un reddito medio alto (il 67% dichiara un reddito tra 19.000 e 57.000 euro).

Ideale per:

  • Informare il proprio pubblico in modo rapido caricando  foto,  aggiornamenti
  • Costruire la vostra brand identity
  • vendere direttamente dal sito attraverso applicazioni quali Facebook Marketplace
  • Monitorare la vostra attività attraverso Facebook Insights per valutare quale tipo di contenuto ottiene più preferenze
  • ampliare la propria rete sociale

Google+ è simile nel funzionamento a Facebook ,  è ancora relativamente nuovo. Gli early adopter sono sopratutto uomini (63%) e più giovane rispetto ad altre reti sociali.

Ideale per: 

  • Le aziende con un mercato di consumatori prevalentemente giovani
  • La creazione di interazioni sociali più mirati tramite “Gruppi”

Pinterest è in sostanza una bacheca virtuale che consente agli utenti di “appendere in bacheca” foto e link per  per poi organizzarli in schede. Gli altri utenti possono votare il materiale attraverso un “mi piace”, commentarlo, e condividerlo sulla propria bacheca.

La sua popolarità è in costante e rapida espansione, con un’audience prevalentemente femminile (83%), con una buona capacità reddituale (un po’ superiore rispetto agli utenti facebook).

Ideale per:

  • Promuovere prodotti, in particolare quelli creativi
  • Le imprese con prodotti visivi o di design, visto che è basato sopratutto sulla condivisione di foto.

Tumblr. è un blog semplificato che consente di pubblicare il materiale anche dal proprio telefono o via email. E’ una delle più recenti piattaforma social, molto popolare tra i giovani e le donne.

Ideale per:

  • imprese che hanno bisogno di personalizzazione visto che l’interfaccia è molto personalizzabile
  • chi deve fare campagne temporizzate visto che i messaggi possono essere pubblicati anche a scadenze temporali prestabilite
  • aziende con prodotti con packaging interessante o basati su un impatto visivo importante.

Twitter permette di inviare messaggi di 140 caratteri per interagire con la propria rete sociale. Ha una netta prevalenza di pubblico femminile. Il  71% degli utenti sono età compresa fra 25 – 54.

Ideale per:

  • Le aziende che poco tempo, ma che vogliono comunque dialogare con il proprio pubblico.
  • Scoprire chi parla della vostra aziend
  • coinvolgere il pubblico, promuovere nuovi prodotti, fornire servizi ai clienti,  porre domande, ottenere feedback

Youtube è il sito leader per il video-sharing e permette agli utenti di caricare i propri video. Il pubblico, equamente suddiviso tra uomini e donne, è principalmente di età  compresa tra i 45 e 54 anni (30%), seguita da 35-44 (22%), e 25-34 (18%).

Ideale per:

  • Le aziende favorevoli all’utilizzo delle immagini nella comunicazione integrata
  • aziende che devono promuovere video tutorial, esercitazioni, dimostrazioni
Senza dimenticare l’emergente Digg.

Concetti chiave per posizionarsi sui motori di ricerca

Un buon posizionamento sui motori di ricerca è ormai un elemento fondamentale per la visibilità della propria azienda su Internet e di conseguenza per un buon incremento della brand equity e delle vendite.

La scelta di un bravo consulente è il primo passaggio per il successo. Penso che un bravo consulente di web marketing sia colui in grado di consigliare l’azienda Cliente nelle scelte di posizionamento sui motori di ricerca  sapendo spiegare e consigliare le scelte migliori.  Non si chiedono garanzie assolute in una materia di per se incerta, ma la conoscenza di  nozioni fondamentali quali:

  • Forza del posizionamento  – non per tutti i siti è necessario. Per esempio siti di eventi ci serve forte posizionamento per poco tempo
  • Ampiezza delle chiavi di ricerca – più ampio è il numero di chiavi con le quali il nostro sito è posizionato meglio è. E’ molto pericoloso avere il proprio posizionamento legato ad una o poche chiavi di ricerca
  • Risultati nel lungo termine – solitamente la scelta è alternativa tra essere posizionati bene nel medio-lungo termine  o (altro…)

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: