Open innovator

Articoli con tag ‘Amore’

Come affrontare la paura

In questi giorni difficili permettetemi una riflessione che esula il marketing, l’economia e l’innovazione che solitamente tratto in questo blog. E’ doveroso perchè quello che è accaduto non lascia nessuno di noi indifferenti, ma genera dentro di noi dubbi e paure, che vanno in qualche modo affrontate.

amore per i coraggiosi - I Love tango .it

Il terrore che è stato e che incombe oggi sulla nostra quotidianità, subdolamente si propone di cambiarla dal profondo. Perché va oltre un singolo episodio capitato in una città europea. Ingenera una paura del futuro, che non si esaurisce in un fatto, ma punta  a produrre effetti sulle nostre menti, nel nostro subconscio. Un trauma destinato a rimanere aperto come una ferita che non guarisce perché ci lascia immaginare che il peggio non sia alle spalle ma forse debba ancora venire. L’invisibilità della minaccia, la poca conoscenza delle reali cause, le difficoltà a localizzarla, la paura di una violenza che potrebbe ripresentarsi ovunque colpisce ognuno di noi, può deprimerci, dividerci. La democrazia attaccata da queste nuove minacce incide sulla nostra serenità: ma la risposta si può trovare solo rimanendo uniti, rafforzando il nostro essere e stare insieme.

La paura non deve farci scordare chi siamo, dove viviamo e quale fortuna abbiamo. Viviamo in un mondo stupendo, libero e democratico, ricco di possibilità e di amore. I fratelli non sono solo quelli di sangue ma chiunque generi amore per il prossimo. Amore non violenza. Manteniamo gli occhi aperti, la coscienza vigile, non cerchiamo solo di proteggerci ma continuiamo a vivere! Un cuore solido tiene lontano angoscia, timore e tristezza. Non è il momento di aver paura.

Porta dentro la forza, svolgi il tuo ruolo e mantieni il cuore aperto. E ricordiamoci che il mondo è fatto anche di brutture e odio, ma rimane un posto magnifico dove vivere in pace insieme.

Michele

Riflessioni sull’amore

“C’è un paradosso nell’esperienza dell’amore: due bisogni infiniti di essere amati si incontrano con due fragili e limitate capacità di amare”. (R.M:Rilke)

Il paradosso in cui spesso tutti noi cadiamo è che la persona amata possa colmare tutte le nostre esigenze, tutte le nostre aspettative, ed essere capaci di toglierci tutta l’ansia di vivere.
Un paradosso basato sulla mancata comprensione delle diversità tra uomo e donna e sull’idea romantica che l’amore sia solo la cena a lume di candela che fa vibrare il cuore, ardere la passione, fatto solo di momenti belli da condividere e di vizi a cui cedere.

Ed ogni nostra esigenza delusa e come una passata di cartavetro sul nostro cuore, una bordata al nostro Ego che vuole a tutti i costi prevalere e vincere sull’altro.
Il nostro orgoglio e l’attenzione prima di tutto a noi stessi spesso ci fanno perdere di vista che bisogna saper ascoltare quando si vorrebbe parlare, accettare di piangere quando si vorrebbe ridere, fermarsi quando si vorrebbe andare. Perdiamo la capacità di accettare le critiche spaventati di ferire il nostro Ego.

Evitiamo gli scontri e le discussioni come crepacci mortali invece di affrontarle con spirito leggero ed ironico cercando soluzioni condivise.
Alla fine si rischia di perdere la propria identità più profonda. Modificati dall’altro, vincolati da mille se e mille ma, alla ricerca sempre della magia e delle emozioni del primo sguardo d’amore.
In quella ricerca di cose diverse le donne cercano la conferma della loro bellezza cercando di donarsi per far felici qualcuno. L’uomo di realizzare i suoi equilibri risolvendo problemi, dando consigli, portando a termine progetti ambiziosi.

Il paradosso sta qui, nelle nostre diversità e nelle diverse aspettative. Sta nella nostra continua tensione a voler che le cose vadano come le vogliamo noi.

Servono donne capaci di lasciar spazi, di non aver paura di perdere attenzioni, che non abbia pregiudizi negativi verso il genere maschile, che sappia fidarsi, accogliente, resistente alle debolezze del suo uomo. Una donna capace di essere specchio per le debolezze dell’uomo e cambiarlo con le sue rivelazioni fatte d’amore.

Servono uomini capaci di rinunce, onesti, limpidi, genuini, passionali, ricchi di attenzioni e di positività, capaci di far capire le diversità ma anche di piegarsi al vento. Uomini che di fronte a donne tanto capaci sanno darsi completamente, capace di prendere su di se le difficoltà della vita per alleggerirle a chi ama.

Serve la capacità di entrambi di non volersi manipolare, di non voler imporre ad ogni costo il proprio punto di vista.

Occorre abbandonare gli egoismi, il desiderio di avere per se sempre ed ovunque, la paura del distacco, dell’esclusività, per apprezzare quanto ricevuto spontaneamente.
Serve lasciare spazio per sé all’altro senza interferire, ma anche capacità di coinvolgersi quando si è assieme, aspirando a pieni polmoni il gusto della vita.

Serve un uomo ed una donna a passo con i cambiamenti del mondo, della cultura, del modo di vivere e di amare. Serve un’apertura mentale che si costruisce con l’amore, non con il possesso.

Amare non è possedere qualcuno. E’ aiutarlo a volare alto, dove ogni identità è sé stessa, dove i cieli sono più limpidi e dove ognuno può essere migliore. Buon volo.

love-spells4

Amore, tango.

20130412-231207.jpg

Dedicato a chi ama e a chi condivide una mia grande passione per il Tango.
Dedicato a chi amo.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: